>  >  > 
Tutto quello che occorre sapere per guidare nei Portogallo

Le strade portoghesi sono ben tenute e la visita del Paese a bordo di un veicolo risulta essere la soluzione più semplice. Tuttavia, la legge in fatto di sicurezza stradale differisce un po’ da quella degli altri Paesi europei, la prudenza al volante è d’obbligo perché il numero d’incidenti è superiore alla media europea. Per trascorrere un soggiorno in tutta sicurezza, scoprite le principali regole da rispettare sulle strade portoghesi.

Età minima e documenti ufficiali richiesti

Per guidare in Portogallo sono sufficienti la vostra patente nazionale in corso di validità, un’assicurazione verso terzi e il libretto di circolazione. L’età minima legale per guidare è di 18 anni.

Tolleranza zero riguardo agli eccessi di velocità

State attenti ai limiti di velocità, gli eccessi sono puniti severamente con una contravvenzione salata. La velocità massima autorizzata in autostrada è di 120 km/h, mentre sulle superstrade è di 100 km/h. Nei centri abitati, il limite è di 50 km/h.

Tenete d’occhio il vostro tasso alcolemico

La caccia ai conducenti sotto l’effetto dell’alcool rappresenta una priorità in Portogallo. Come nella maggior parte dei Paesi europei, il tasso alcolemico nel sangue è fissato a 0,5 g/l. Non dimenticate che alcuni liquori portoghesi presentano un alto tasso di alcool.

Un parcheggio prevalentemente a pagamento

In città, quasi tutti i parcheggi sono a pagamento. Per evitare di prendere una multa, dovete pagare una somma proporzionata alla durata della vostra sosta presso il parchimetro più vicino.

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO