>  >  > 
Road trip: scopri la Sicilia, da Palermo a Siracusa

Scoprire la Sicilia in auto vi offre l’occasione di esplorare la più grande isola del Mediterraneo e di immergervi pienamente – da Palermo a Siracusa – nel suo fascino caratteristico, pieno d’influenze medievali orientali e occidentali.

Percorrete l’isola in tutta libertà, approfittando della qualità della sua rete stradale e del clima mediterraneo per soffermarvi nelle città, cosmopolite e prorompenti, spesso celebrate da illustri pittori, cantanti o registi. Scoprite i molteplici volti di questo gioiello italiano, dove le terre vulcaniche, le spiagge soleggiate, il patrimonio culturale e architettonico e i piaceri della tavola, rendono il tutto un soggiorno memorabile.

Lungo il vostro percorso, alternatevi tra le autostrade a 2 corsie e le strade meno frequentate e andate alla scoperta dei tesori della Sicilia.

Partendo dall’aeroporto di Palermo, dovete fare solo 30 chilometri di strada per raggiungere il centro città. Non dimenticate di ammirare i magnifici edifici storici ed i monumenti di fattura barocca che fanno del capoluogo siciliano, un luogo caloroso in una vasta baia tra mare e montagna.

Verso la Sicilia antica passando da Agrigento

1_MYqryTF_pi29xmQ

Per raggiungere Agrigento partendo da Palermo, potete effettuare una parte del vostro tragitto prendendo l’autostrada fino ad Erice, magnifico borgo emblematico della Sicilia antica. Poi, cambiate l’itinerario costeggiando la costa fiancheggiata da saline e mulini a vento prima di arrivare ad Agrigento. A metà strada tra Palermo e Siracusa, si trova un’attrazione di rilievo della Sicilia, il sito archeologico di Agrigento, che fa parte del patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. La sua Valle dei Templi e le sue vestigia di un’antica città vi trasporteranno dal secolo attuale fino all’antichità.

Siracusa, tappa irrinunciabile del vostro viaggio siciliano

2_N1Nomyd_GnwDDvw

È sufficiente guidare per due ore e mezza per percorrere circa 200 chilometri e scoprire Siracusa, città marittima considerata una delle più belle città dell’isola. Ne capirete il motivo visitando i suoi magnifici monumenti, che siano la cattedrale, il Teatro Greco scavato nella roccia o l’Orecchio di Dionisio, una grotta situata in un’antica cava di pietra. Oltre al suo eccezionale scenario, Siracusa vi riserva delle deliziose sorprese gastronomiche, come gli spaghetti alla bottarga di tonno, le salsicce al vino bianco e semi di finocchio o i cannoli, gustose cialde zuccherate ripiene di ricotta.

Una sosta a Taormina, tra il mare ed il vulcano

3_peHbtGx_ED4jnm3

Una volta che avrete esplorato ogni angolo più recondito di Siracusa, appuntamento a Taormina, circa 120 chilometri più avanti sulla costa orientale. Cercate di visitare la città verso la fine della giornata e mischiatevi alle persone del luogo che, a quell’ora, si mettono in tiro, passeggiano per le strade della Saint-Tropez siciliana, si fermano per mangiare un gelato o bere del latte di mandorla. Nella parte alta, Taormina vi rivela numerosi gioielli architettonici e culturali: il suo villaggio medievale, i suoi palazzi gotici e il suo antico teatro greco, dove ancora oggi vengono rappresentati degli spettacoli.

Se al turismo culturale preferite un tuffo nella natura, Taormina vi offre anche una fantastica vista che sovrasta il mare da un lato e guarda l’Etna dall’altro. Nella parte bassa, potete accedere a spiagge da sogno percorrendo dei sentierini sabbiosi. Se trovate il tempo di fare un’escursione al vulcano, avrete probabilmente la fortuna di assistere ad una delle frequenti eruzioni dell’Etna, uno spettacolo del tutto inedito, impressionante e davvero sorprendente.

Marsala ad un bivio

4_zksUDIF_Q29A6HQ

Continuate il vostro giro in auto prendendo la strada in direzione della provincia di Trapani, sul litorale occidentale siciliano. Ad ogni curva, numerosi viadotti vi offrono incomparabili vedute sul fascino variegato di una regione costiera ed agricola, dove lunghe spiagge e scogliere vertiginose si alternano a vigneti e frutteti. Lasciando Marsala, parecchi itinerari inediti vi propongono di scoprire un aspetto insolito della Sicilia: arrivate da Marsala ad Agrigento attraverso la Scala dei Turchi, una strada costiera panoramica che si snoda su larghe curve al di sopra di una cava, trasformata dai venti marini con il passare del tempo, e un’immacolata scogliera di gesso.

Memorizzate sul vostro GPS la famosa strada dei vini che attraversa tutta la Sicilia occidentale da questa provincia dove si producono dei nettari di grande qualità, dei deliziosi moscati e il vino di Marsala, una bevanda liquorosa famosa per la qualità della sua produzione secondo la tradizione artigianale, storicamente conosciuta come il vino di Venere e utilizzata nelle cucine italiane come ingrediente principale del tiramisù.

Prima di concludere il vostro giro raggiungendo Palermo, seguite la Via del Sale lungo la costa, questa strada del sale tipica della regione dove antichi mulini a vento olandesi e saline si estendono su oltre 900 ettari da Marsala a Trapani.

 

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO