>  > 
Un tour gastronomico a Torino e dintorni

Il Piemonte è una terra dove si incontrano montagne, colline e pianure e questa grande varietà di paesaggi è alla base di una gastronomia quanto mai varia, dove hanno un posto di primo piano le carni, ma non mancano deliziosi dolci e vere prelibatezze come il prezioso tartufo.

A Torino per scorpacciate di gianduiotti e grissini

Atterrando a Caselle, si può facilmente noleggiare un’auto per raggiungere Torino, e si rivelerà utilissima per il tour gastronomico del capoluogo e di parte del Piemonte.
Tra le specialità tipiche torinesi figurano i gianduiotti, preparati con cioccolato alle nocciole, “inventati” quando le scorte di cacao erano limitate. Torino è anche la patria dei grissini e non c’è panetteria che non li offra. Lunghissimi e fragranti, sono perfetti per accompagnare i tanti piatti di carne della cucina piemontese. Imperdibile il bollito misto con sette diversi tagli di carne da gustare con il “bagnetto”, salsa verde a base di prezzemolo e aglio. Non meno goloso è il fritto misto, bocconcini di animelle, fegato, salsiccia, lombo, amaretti e cubetti di semolino. D’obbligo anche intingere le verdure crude nella bagna cauda, preparata con acciughe e aglio.
Il tour gastronomico di Torino può poi proseguire verso gli incantevoli paesaggi delle Langhe.

cucina italiana
Thinkstock – Tutti i diritti riservati – ©iStock

Le delizie gastronomiche dei dintorni di Torino

Alba, il centro più noto delle Langhe, è a circa 60 chilometri del capoluogo e, per raggiungerla, si può percorrere la A6 fino a Marene, quindi la A33 uscendo a Cherasco e infine la SS231. Il prodotto più tipico di quest’area è il celeberrimo tartufo nero che si può gustare con un ottimo risotto, ma sono deliziosi anche altri primi piatti, dai delicati ravioli del Plin, fino ai “tajarin”, le finissime tagliatelle condite con il sugo di lepre.
Da Torino in auto si può raggiungere facilmente anche la pianura per scoprire altre delizie della gastronomia del Piemonte.

Vercelli: la capitale del riso

Percorrendo la A4 e quindi la E25, in circa un’ora si raggiunge Vercelli, che dista circa 70 Km. Immersa tra le risaie, la città offre ricette gustose come la paniscia, un risotto preparato con i fagioli e insaporito dal salame “dla duja”, un salame conservato sotto grasso, ma la vera prelibatezza della gastronomia del Piemonte sono le rane, che vengono cucinate fritte, impanate, ripiene o in umido per accompagnare la polenta.

cucina italiana
Thinkstock – Tutti i diritti riservati – ©iStock

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO