>  > 
Intrattenere i bambini durante i viaggi in auto: la parola alle blogger

Viaggiare in auto, oltre ad essere il modo più comodo, è l’ideale per chi ama le vacanze in assoluta libertà, svincolati da orari e rigidi programmi. Ma spostarsi in auto con i propri bambini può rivelarsi una vera e propria epopea, soprattutto quando si è alle prime partenze!

Non è tutto rose e fiori come vorrebbe Francesca Campigli, Il turista informato, che ci scrive “vorrei fosse un viaggio organizzato, senza stressare troppo i bambini e senza impazzire noi“.

Su questo tema abbiamo intervistato alcune blogger mammeche ci hanno dato preziosi consigli a partire delle loro esperienze.

Valentina Gattei, Nessun Dorme, mamma di due bimbi maschi, è “un’equilibrista di mestiere”, alla ricerca di un incastro (im)perfetto tra il lavoro, la famiglia, la casa e i suoi sogni nel cassetto, tra i quali viaggiare e scrivere. Ci racconta che alcuni dei momenti vissuti in viaggio non li dimenticherà mai, come quando ha visto i suoi bimbi correre dentro un museo a Berlino, girare a piedi scalzi nelle piazze di Siviglia, immergersi nelle acque termali in Italia. Un consiglio a tutte le mamme in partenza per un viaggio in auto con i bambini? “Cercate di organizzare la partenza quando per i bambini è ora di riposarsi, in modo che per qualche ora dormano e stiano buoni”.

Angela Ercolano, blogger su Supermamma e mamma di due maschietti di 6 e 8 anni, predilige i viaggi in auto perché si può portare tutto quello che si vuole. Ci racconta del suo viaggio in auto a Pizzo Calabro, in Calabria. “E’ stata la prima volta che partivamo tutti insieme, anche con la famiglia di mio marito, i bambini sono stati molto felici perché questa volta non erano soli, c’erano i cugini con loro”. I suoi bambini sono impazienti come la maggior parte dei bambini per questo ha sempre con sé la borsa magica in cui mette tutto il necessario, dal cibo ai colori che non macchiano, dai libri alle sorprese. Prima di partire stampa dei fogli con degli oggetti che potrebbero trovare durante un viaggio e chi li trova più velocemente vince un piccolo premio. Un consiglio a tutte le mamme?“Una parola: “organizzazione” pensate a tutte le possibilità e poi partire serene”.

Mamma mi porti? è l’esclamazione che più mi ha accompagnato nell’ultimo decennio, e ho quindi deciso di renderla un blogonline ormai da due anni” ci racconta Cecilia Bernardini de Pace, mamma di una bimba di 10 anni e di un ragazzo di 13. La sua vita è fatta di viaggi, dalle semplice gite fuoriporta a quelli che definisce “viaggioni” e tra tutti i mezzi di trasporto preferisce la macchina, perché permette di fermarsi in angoli nascosti e improvvisare il tragitto. In viaggio si gioca alla targa perfetta, all’individua colore oppure al collegamento delle parole.

Europcar Italy - Intrattenere i bambini durante i viaggi in auto
Source: https://www.flickr.com/photos/statefarm/14327944100/

 

Benedetta Maffia blogger su Comenasceunamamma.it, giornalista radiofonica e mamma di un bimbo di due anni e mezzo, fa parte di quei genitori che pur con bambini piccolissimi non rinunciano all’esperienza di un viaggio.“Abbiamo iniziato a viaggiare quando il piccolo aveva 3 mesi, città, mare, barca a vela e montagna, senza limiti. Solo al compimento del 10° mese abbiamo preso il coraggio a due mani e siamo andati a Londra”. Durante i viaggi in auto il suo bimbo “osserva dai finestrini, gioca con tablet e giocattoli”. Benedetta è una mamma “nata programmata” e porta con sé tutto il necessario per sopravvivere anche nel deserto, in viaggio non manca mai la borsa del primo pronto soccorso.

Blogger su Beroad.it, Valentina Besana è mamma di un bimbo di quattro anni e di una bimba di poco più di un anno e non ha mai rinunciato a viaggiare sia in auto che in aereo. Ci confessa che i viaggi in auto sono molto comodi per brevi tratti, ma possono diventare uno strazio quando il viaggio dura di più di 3-4 ore.  A cosa giocate in auto per ingannare il tempo? “Durante i viaggi in auto, il grande si diverte ad ascoltare le fiabe sonore, con la piccolina si canta e si balla!”. Quando viaggia in auto non dimentica mai acqua, cracker, un rotolo di carta da cucina e delle buste, perché qualcuno in famiglia soffre il mal di macchina.

Fresca di un viaggio in Portogallo, un po’ stanziale e un po’ on the road, Chiara Cecilia Santamaria blogger su Machedavvero.it, crede che durante un viaggio in auto occorra trovare il giusto compromesso che renda il viaggio godibile sia per gli adulti che per i piccoli. Anche a lei piace viaggiare in auto per la flessibilità del viaggio e durante il tragitto lei e sua figlia di quasi sei anni ascoltano e cantano musica. Il loro gioco preferito è la “caccia al tesoro” dal finestrino cercando di trovare, a seconda del paesaggio, “tutte le mucche” o “tutte le macchine rosse” etc. Un consiglio su che cosa tenere sempre in borsa?  “Uno snack e dell’acqua, carta e colori per quando si annoia al ristorante, ovviamente l’iPhone, con tutte le varie app…”

E voi, a che gioco giocate?

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO