>  >  > 
Sicilia in auto

Sicilia in auto : Alla scoperta del vulcano

Che si giunga atterrando a Palermo o a Catania, quel che è certo che l’isola va esplorata per scoprire le sue tante bellezze e il modo migliore per farlo è noleggiare un’auto in Sicilia e partire alla scoperta di questa magnifica isola. Noleggiare un’auto in Sicilia è molto semplice e lo si può fare già in aeroporto per dare il via sin da subito a un meraviglioso tour che va da Catania a Palermo o viceversa.
A Catania, la prima destinazione deve essere senza alcun dubbio l’Etna, che dista una quindicina di chilometri e, per salire le pendici del vulcano, basta mezzora di auto, spesa sulla tangenziale cittadina e quindi sulla provinciale per Nicolosi.

La Magna Grecia

La gita sulle strade della Sicilia può poi proseguire verso Siracusa, ad appena una cinquantina di chilometri dal capoluogo etneo e che si può raggiungere facilmente con l’A18. L’isola di Ortigia, il cuore greco della città, è da visitare con grande calma e non deve mancare una puntata alle Latomie, le cavità rocciose usate da prigioni ai tempi della Magna Grecia. Dopo tanta cultura, è bene dedicarsi al sole e al mare e la scelta è veramente ampia con tante spiagge meravigliose che s’incontrano sulla E45 e, d’obbligo, è una sosta a Noto, la città barocca per eccellenza.

Sicilia in auto - Noto
Thinkstock – Tutti i diritti riservati – ©dalib0r

Sicilia in auto : Il barocco siciliano

La gita sulle strade della Sicilia deve poi decisamente puntare verso Agrigento e la sua meravigliosa Valle dei Templi e, scegliendo la SS115, si ha modo di attraversare località come Gela, Modica, Ragusa, che valgono ben una visita.
Proseguendo, si raggiunge Trapani, che dista 175 chilometri, ma lungo il percorso si possono programmare soste a Sciacca e Selinunte, altro gioiello archeologico siciliano.

In auto verso la Sicilia occidentale

Trapani offre la meravigliosa Erice, che domina dall’alto la città con il suo castello e l’antico borgo e poi, tra le cose da fare in Sicilia, non si deve dimenticare che proprio qui si gusta il più tipico cous cous dell’isola e quindi è obbligata una sosta in un ristorante per un pasto a base delle specialità trapanesi.

Sicilia in auto - Riserva Naturale dello Zingaro
Thinkstock – Tutti i diritti riservati – ©fauk74

Nei dintorni le attrattive sono numerosissime, si va dalla Riserva Naturale dello Zingaro alle bellissime spiagge di San Vito Lo Capo che distano una quarantina di chilometri e che si possono raggiungere attraverso la SS 187. E per un’immersione nella storia, sulla E933 c’è la greca Segesta, a una trentina di km.

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO