>  >  >  > 
Cose da sapere prima di viaggiare in Italia

Le città turistiche e i ristoranti

I consigli di viaggio non possono non soffermarsi su uno degli aspetti più importanti delle vacanze in Italia: il cibo. Come trovare un buon ristorante nelle città turistiche più visitate in assoluto? In Italia vale una regola generale, accompagnata ovviamente da tutte le eccezioni del caso: i ristoranti migliori non si trovano quasi mai nelle zone più affollate dai turisti. Al contrario, nelle strade più frequentate dagli stranieri è più facile imbattersi nelle cosiddette “trappole per turisti”, dove la cucina è frettolosa e i prezzi poco onesti.

L’inglese non è per tutti

Prima di chiedere indicazioni in inglese incrociate le dita e sperate di essere fortunati: in Italia non si parla l’inglese come in altri paesi europei. Se le vecchie generazioni sono quasi totalmente digiune, le nuove si stanno pian piano aprendo alle lingue straniere, viaggiano più spesso e a volte trascorrono un periodo di lavoro o di studio all’estero. Il turista che possiede rudimenti di italiano o ha a disposizione un frasario essenziale da tirar fuori all’uopo sarà sicuramente avvantaggiato.

Le zone climatiche dell’Italia

L’Italia si estende da nord a sud per svariate centinaia di chilometri. Come può esserci lo stesso clima ovunque? Il turista dovrà adattare il guardaroba e il programma delle proprie vacanze al clima specifico della località in cui si appresta a trascorrere le vacanze: la vostra destinazione è più vicina alla Sicilia o alle Alpi? Qual è l’altitudine? Siete vicini al mare o no? In Italia sono state individuate sei zone climatiche, alle quali corrispondono diversi orari per l’accensione dei riscaldamenti.procida

I parcheggi e le strisce

Il parcheggio è un grande mistero anche per gli italiani: figuriamoci per i turisti, che felici di trovarsi in una delle nostre bellissime città d’arte, non sono preparati al peggio. In Italia si parcheggia gratuitamente solo sulle strisce bianche, mentre quelle blu sono soggette a un tariffario e a degli orari specifici. Le strisce gialle sono riservate ai disabili mentre quelle rosa alle donne incinte. Trovare parcheggio in centro spesso è un’impresa, sia nelle grandi città che in quelle più piccole; a peggiorare la situazione ci si mette anche il centro storico con le sue ZTL. Ecco perché molti scelgono di muoversi a piedi, noleggiando un’auto per gli spostamenti più impegnativi.malcesine

Entrare in Italia col visto

Non tutti hanno bisogno del visto per entrare in Italia: per i cittadini UE è infatti sufficiente la carta d’identità. Per ottenere il visto basta rivolgersi alle autorità diplomatiche italiane nel proprio paese, specificando i motivi e la durata della visita, presentando la documentazione necessaria e corrispondendo una somma prestabilita. Esistono diversi tipi di visto per l’Italia, ma in via generale si può distinguere tra visti di breve durata e visti di lunga durata: i primi consentono al visitatore l’ingresso nell’intero spazio Shengen, mentre i secondi permettono di entrare solo nel territorio nazionale.

Fotografia 1 : ristorante a Milano @ jlastras Certains droits réservés CC-BY

Fotografia 2 : Procida @ Porfirio Certains droits réservés CC-BY

Fotografia 3 : Malcesine @ ell brown Certains droits réservés CC-BY

 

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO