>  > 
Vacanze ecologiche : buono piano

Ci sono tanti modi per organizzare una vacanza ecologica: dal partire con le biciclette in spalla al pernottare in un vero Agriturismo Bio.

Vacanze eco-friendly in bicicletta

Una delle vacanze ecologiche più divertenti in assoluto è quella trascorsa sul sellino di una bicicletta. Le destinazioni possibili sono praticamente infinite: dalle montagne in fiore durante il periodo estivo a quei luoghi virtuosi dove le biciclette hanno definitivamente surclassato le automobili, come i paesi del Nord Europa. In bicicletta si può viaggiare con tutta la famiglia, naturalmente con qualche accorgimento, come i caschi di protezione per i ciclisti in erba e l’organizzazione del viaggio nei minimi particolari, affinché sia divertente, istruttivo, rilassante quanto basta ed ecologico fino in fondo.

Soggiorno green nei nuovi Bio Agriturismi

Anche l’agriturismo si è evoluto in senso ecologico. Oggi ne esiste una versione ancora più genuina e rispettosa dell’ambiente. Si chiama Bio Agriturismo ed è caratterizzato da una coltivazione biologica certificata e pasti a chilometro zero. All’agriturismo biologico potrete trascorrere una villeggiatura formativa e sana, a contatto con la natura e gli animali. Per una vacanza ecologica intelligente, sceglietene uno non troppo lontano da una città d’arte che non avete mai visto: in città farete i turisti ma all’agriturismo respirerete aria pulita e vi ciberete con prodotti biologici.Paese Basco

Alla scoperta di un’oasi italiana

Un’altra idea per una vacanza green è scegliere una delle tante aree protette che costellano l’Italia. Ci sono i parchi naturali ad alta quota, come quelli su Alpi, Appennini e Dolomiti, oppure zone umide protette dove fare birdwatching, come le valli emiliane di Comacchio e Campotto, le oasi di Persano e Castelvolturno in Campania o gli stagni di Molentargius, Santa Gilla e Cabras in Sardegna. Nella lista sono incluse anche le aree marine protette, le zone di protezione speciale di una determinata specie e le oasi istituite dalle associazioni ambientaliste.Monti Gemelli - Abruzzo

La guida dell’autentico turista green

A prescindere dalla destinazione prescelta per il vostro viaggio, potete organizzare una vacanza green prendendo semplicemente determinati accorgimenti. Una piccola guida la offre Greenpeace, raccomandando innanzitutto di scegliere strutture alberghiere a basso impatto ambientale e ben integrate con l’economia locale. La raccolta differenziata continuerà in vacanza, così come si limiterà l’uso di mezzi di trasporto inquinanti e l’acquisto di articoli da mare prodotti con materiali dannosi per l’ambiente. Infine, mai incoraggiare il commercio di souvenir fabbricati con i resti del bracconaggio o acquistare cibi OGM.Vigneto

Le ultime foreste primarie del pianeta

Il pianeta terra chiede aiuto: le sue foreste primarie stanno scomparendo. Nel mondo ne sono rimaste poche, e solo il 3% è sopravvissuto in Europa. Per scoprire questi fantastici ecosistemi occorre vederli da vicino, astenendosi, ovviamente, dall’alternarne le funzioni vitali inserendo elementi estranei o peggio inquinanti. E quindi, zaino in spalla, guida locale prenotata e biglietti pronti, per raggiungere la foresta amazzonica in Sud America, i polmoni verdi in Canada e USA, il Borneo, l’Africa sub-sahariana o l’Est Europa, dove sopravvive l’unica foresta primaria rimasta nel Vecchio Continente.Laghi di Fusine
Fotografia 1 : Allgäu © ARochau – Fotolia.com

Fotografia 2 : Paese basco © mimadeo – Fotolia.com

Fotografia 3 : Monti Gemelli – Abruzzo © Paolonat – Fotolia.com

Fotografia 4 : Vigneto © magann – Fotolia.com

Fotografia 5 : Laghi di Fusine © andal72 – Fotolia.com

Comments

comments

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO